GFB Industrial Consulting Questa scheda è fornita a titolo esclusivamente informativo e non implica alcuna assunzione di responsabilità derivante dall'utilizzo dei contenuti
Scheda riassuntiva della Legge 215/92
Agevolazioni per corsi di formazione imprenditoriale e per
servizi di consulenza e assistenza e contributi alle regioni

Riassunto
La legge 215/92 si propone di favorire anche la creazione di nuove imprese "al femminile", di formare e qualificare professionalmente le nuove imprenditrici e di favorire lo sviluppo di varie attività informative di supporto da parte delle regioni.
In particolare, l'analisi successiva si rivolge alle imprese, ai consorzi, alle associazioni, agli enti, alle società di promozione imprenditoriale anche a capitale misto pubblico e privato, ai centri di formazione ed agli ordini professionali che promuovono corsi di formazione imprenditoriale o servizi di consulenza e di assistenza tecnica e manageriale riservati per una quota non inferiore al 70% a donne.

Forme di contribuzione
Sono concessi contributi in conto capitale fino ad un ammontare pari al 50% delle spese sostenute.
Le spese ammesse concernono:
Per le attività di formazione:
a) preparazione dei corsi;
b) funzionamento e gestione dei corsi;
c) alloggio, vitto e viaggi allievi.
Per le attività di consulenza ed assistenza:
a) preparazione dei servizi:
b) gestione dei servizi (soltanto le spese relative al primo anno di attività).

Ente preposto
Le domande devono essere trasmesse mediante raccomandata postale, con avviso di ricevimento, al Ministero dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato entro il 31 dicembre di ogni anno; la valutazione che avverrà entro il 30 aprile dell'anno successivo.