GFB Industrial Consulting Questa scheda è fornita a titolo esclusivamente informativo e non implica alcuna assunzione di responsabilità derivante dall'utilizzo dei contenuti
Scheda riassuntiva della Legge 266/97
Ex legge 341/95 - Articolo1 (modificato dalla legge Bersani)
Crediti d'imposta per investimenti effettuati da PMI industriali e imprese artigiane

Beneficiari
- Piccole e medie imprese industriali e di servizi alla produzione
- Imprese artigiane di produzione e di servizi alla produzione

Programmi ammissibili
1. creazione di un nuovo stabilimento
2. ampliamento, ristrutturazione, razionalizzazione e modernizzazione di uno stabilimento esistente (la concessione del contributo viene comprovata da perizia giurata da inoltrare successivamente).

Investimenti ammissibili
a) macchinari nuovi di fabbrica e impianti;
b) attrezzature di controllo della produzione;
c) unità e sistemi elettronici per l'elaborazione dei dati;
d) programmi per l'elaborazione e servizi di consulenza per l'informatica e telecomunicazioni, purché effettuati da PMI sulla base di appositi dettagliati contratti dai quali risulti la finalizzazione alle attività agevolabili, da parte del richiedente; questi programmi debbono essere forniti soltanto da:
- imprese o società, anche sotto forma di cooperative, iscritte al registro delle imprese;
- enti pubblici e privati aventi natura giuridica;
- professionisti iscritti ad un albo professionale legalmente riconosciuto.
L'acquisto invece di pacchetti per elaboratori immessi in copie "per tiratura" ovvero "standard" non necessitano di specifici contratti né tantomeno debbono essere forniti da particolari fornitori.
e) servizi finalizzati all'adesione ad un sistema di gestione ambientale normativo (quali EMAS, ISO 14001), nonché all'acquisizione del marchio di qualità ecologica del prodotto purché effettuati da PMI. Questo tipo di investimento deve essere realizzato congiuntamente ad investimenti materiali che rispondano a finalità di ordine ambientale e, più specificatamente, sono integrativi di quelli di cui ai punti a), b) e c).
f) opere murarie di installazione dei macchinari e degli impianti, oneri per l'imballaggio, trasporto, montaggio e collaudo, materiali di consumo e gli accessori di prima dotazione. Tali investimenti sono considerati ammissibili nel limite massimo del 10% del costo complessivo dei beni cui si riferiscono. La pertinenza di tali spese ai macchinari ed agli impianti agevolati deve esplicitamente risultare dalla fattura. I materiali di consumo e gli accessori di prima dotazione ammessi sono quelli che si riferiscono alle esigenze minime per la messa in marcia del macchinario o dell'impianto.
Sono esclusi dalle agevolazioni i macchinari e gli impianti di tipica pertinenza degli immobili, quali i sistemi di ventilazione e di areazione, di riscaldamento e di condizionamento, di illuminazione, di distribuzione di forza motrice e dei fluidi tecnici nonché degli impianti di sorveglianza.
E' fatto salvo il caso di quelle realizzazioni la cui necessità sia giustificata dalle particolarità tecnologiche del processo produttivo per il quale gli investimenti sono previsti.

Tipo ed Entità dell'Agevolazione
L'incentivo consiste in un credito d'imposta ( bonus fiscale) che si può utilizzare a decurtazione di imposte da versare direttamente su conto fiscale (quindi IRPEF, ILOR, IRPEG, IVA, Ritenute IRPEF dipendenti ecc.) a partire dal trentunesimo giorno successivo al ricevimento della comunicazione ministeriale che autorizza la fruizione del contributo.

Piccole imprese

Medie imprese

Grandi imprese
Aree Obiettivo 1 (Zona A)

65%

65%

65%
Aree Obiettivo 1 (Zona B)

55%

55%

40%
Aree Obiettivo 1 (Abruzzo)

30%

30%

25%
Aree Obiettivo 1 (Molise)

30%

30%

25%
Aree art. 92, par. 3, lettera c)

20%

15%

15%
Aree Obiettivo 2

15%

7,5%

5%
Restanti aree

15%

7,5%

0%

Nell'arco di 12 mesi dalla prima dichiarazione-domanda di prenotazione delle risorse, per ciascuna unità locale, possono essere considerati ai fini del calcolo dell'agevolazione investimenti nel limite massimo di 10 miliardi di lire.

Retroattività
Investimenti effettuati da non oltre un anno antecedente la data della domanda