GFB Industrial Consulting Questa scheda è fornita a titolo esclusivamente informativo e non implica alcuna assunzione di responsabilità derivante dall'utilizzo dei contenuti
Scheda riassuntiva della Legge 317/91
Capo IV - Agevolazioni ai consorzi all'Esportazione tra Piccole e Medie Imprese

Beneficiari
Consorzi e società consortili, costituti da almeno cinque piccole e medie imprese con un fondo consortile o capitale sociale non inferiore a 20 milioni di lire e con quote consortili sottoscritte da ciascun partecipante non superiori al 20% del fondo consortile o capitale sociale. Per beneficiare delle agevolazioni i consorzi e le società consortili non possono distribuire utili o avanzi di esercizio alle imprese consorziate, neppure in caso di scioglimento.

Investimenti Agevolabili
Investimenti in beni materiali e immateriali realizzati dal consorzio. Rientrano in particolare tra le spese ammissibili quelle relative a:
a) attrezzature, impianti e beni strumentali;
b) terreni, fabbricati, nel limite massimo del 25% del costo del programma;
c) acquisti dei necessari materiali di consumo;
d) personale specificamente adibito alla realizzazione del programma e relative spese di formazione;
e) realizzazione di prototipi;
f) acquisizione dall'esterno di servizi, ivi compresa la progettazione, di consulenza e assistenza tecnica ed organizzativa;
g) acquisto di brevetti e licenze da utilizzare per la realizzazione dei programmi;
h) acquisto o realizzazione di software;
i) promozione commerciale con particolare riferimento a: organizzazione e partecipazione a manifestazioni fieristiche; svolgimento di azioni pubblicitarie; espletamento di studi di mercato; approntamento di cataloghi e schedari;
j) avvio o potenziamento di organizzazioni comuni di vendita, anche attraverso partecipazione a società estere costituite per lo svolgimento di tale attività;
k) partecipazione a gare ed appalti attinenti alla realizzazione dei programmi volti a promuovere una o più delle attività di cui all'art. 19 della legge 5.10.91, n. 317.

Entità del Finanziamento
Non superiore a 2 miliardi di lire, e comunque nei seguenti limiti:
- fino all'80% della spesa prevista per i consorzi ubicati nelle zone Obiettivo 1 e 2
- fino al 60% della spesa prevista per i consorzi ubicati nel restante territorio nazionale.
Il Contributo in conto interessi è pari al :
- 70 % (comprensivo di ogni onere accessorio e spesa) del tasso di riferimento, determinato con le modalità di cui al Decreto del Ministro del Tesoro del 21.12.1994, pubblicato in G.U. n. 304 del 30.12.1994 vigente alla data di stipula del contratto di finanziamento, per i consorzi e le società consortili ubicati nei territori di cui all'allegato 1 del decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato del 13.5.96. Tale disposizione si applica alle domande pervenute al Mediocredito Centrale a partire dal 1.3.95;
- 40 % (comprensivo di ogni onere accessorio e spesa) del tasso di riferimento per quelli ubicati nel restante territorio nazionale.
Qualora per la stessa iniziativa sia stato richiesto il contributo in conto capitale ai sensi degli artt. 20 e 22 della legge 5.10.91, n. 317, la Banca deve inviare al Mediocredito Centrale il provvedimento di concessione. Il Mediocredito Centrale adegua il proprio intervento in base all'ammontare del contributo in conto capitale concesso (resta inteso che la stessa iniziativa non può beneficiare di altre agevolazioni contributive o finanziarie previste da leggi nazionali, regionali o provinciali).

Durata del Finanziamento
Non superiore a 10 anni, comprensivo di un periodo di preammortamento rispettivamente di 1 anno per finanziamenti di durata fino a 5 anni, e di 2 anni per finanziamenti di durata superiore a 5 anni e fino a 10 anni. Ai sensi e per gli effetti di cui al paragrafo 3.3, parte II del Regolamento, l'agevolazione concessa decadrà nel caso in cui non vi sia stato alcun utilizzo dell'intervento nei 12 mesi successivi alla data di accoglimento.
Previa delibera del Comitato, tale termine può essere prorogato di 6 mesi, nel caso e con le modalità previsti nel paragrafo 3.3, parte II del Regolamento.

Garanzia Integrativa
Ai consorzi ammessi alle agevolazioni potranno essere accordate le garanzie dei Fondi Centrali rispettivamente per i consorzi formati prevalentemente da PMI industriali o commerciali.